Gen 24

Chirurgia estetica: vezzo o necessità?

I moderni mass-media trasmettono messaggi in cui l’apprezzamento sociale e l’affermazione professionale dipendono da un aspetto fisico perfetto, questo spiega l’aumento delle richieste di interventi di chirurgia plastica, chirurgia e medicina estetica negli ultimi anni.

 

L’intervento al seno è quello più richiesto, segue poi la rinoplastica ed i diversi interventi a labbra e zigomi.

La Chirurgia Estetica ha come fine ultimo quello di creare un equilibrio tra forma e funzione, per garantire al paziente il massimo benessere sia fisico che psicologico.

Ma qual è la differenza tra chirurgia estetica e chirurgia plastica?

La Chirurgia Plastica consiste in interventi di carattere ricostruttivo volti a restituire una condizione di integrità fisica preesistente gravemente danneggiata da eventi di diversa natura.

 

La Chirurgia Estetica, invece, non va sempre interpretata come un semplice vezzo o eccesso di vanità perché permette di correggere piccole imperfezioni fisiche naturali che però pregiudicano il benessere psicologico del paziente.

 

La Medicina Estetica comprende tutti quei trattamenti non chirurgici che consentono di ottenere un ringiovanimento della cute o un rimodellamento del corpo attraverso metodiche non invasive e l’uso di materiali all’avanguardia.

 

Tutte queste discipline hanno finalità terapeutica in quanto consentono di ricreare un’armonia delle forme e una gradevolezza dell’aspetto che contribuiscono a rafforzare il senso di autostima del paziente, ristabilendo uno stato di salute e di benessere sia fisico che psicologico.

Leave a Comment!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *