ecocardio-fetale1

 

Le cardiopatie congenite sono le anomalie più frequenti alla nascita e rappresentano un alto fattore di rischio di morte perinatale e infantile.

L’ecocardiografia fetale è indispensabile nel caso in cui la madre presenta familiarità per cardiopatie o altre malattie, se la madre assume particolari farmaci o se durante l’ecografia morfologica si dovessero notare anomalie sull’anatomia e la funzionalità cardiaca del feto.

L’ecocardiografia fetale deve essere eseguita da operatori specializzati, con ecografi ad alte prestazioni dotati di sonde ad alta frequenza in grado di eseguire lo studio anche con doppler e colore. La tecnologia 3D e 4D di cui sono dotati gli ecografia Philips di alta gamma presenti nel centro polispecialistico MED, sono lo strumento indispensabile per una corretta ed efficace indagine.

Il periodo migliore per eseguire l’esame è dalla 20a settimana di gestazione in poi, anche se con i migliori ecografi è possibile effettuare una diagnosi precoce già dalla 16a settimana.

Specialista nell’esecuzione dell’ecocardiografia fetale a Surbo (LE) e responsabile del servizio presso il Centro Polispecialistico Med: Dottoressa Maria Antonietta Deoronzo.