Nov 09

L’ autopalpazione: istruzioni per l’uso

L’autopalpazione della mammella può essere un utile attività da praticare con regolarità, anche mentre sei sotto la doccia.
 Come eseguire l’autopalpazione?

La prima cosa da fare è porti davanti allo specchio, tenendo le braccia lungo il bacino, contrarre i muscoli del petto e osservare attentamente eventuali mutamenti nel disegno dei seni, come un’alterazione del contorno, un gonfiore, una retrazione cutanea o un’anomala morfologia dei capezzoli.
Ora, con le braccia alzate, controlla la linea delle mammelle e sta’ attenta a eventuali irregolarità o sporgenze.
Dopo di che, piega il braccio dietro la spalla e palpa delicatamente la mammella, prima dal lato sinistro e poi da quello destro.

Sdraiati con un asciugamano o un cuscino sotto la nuca e colloca la mano destra o sinistra sotto la nuca stessa. Esegui dei movimenti circolari lenti sulla mammella, così da poter valutare la presenza di eventuali noduli, procedendo in senso orario e sondando anche la zona tra l’ascella e la mammella.

Ricorda, la PREVENZIONE è la prima e più potente arma per combattere la malattia.
➡️ Prenota la tua VISITA SENOLOGICA.
 Scrivici su Facebook o chiamaci al numero 0832 365376

Leave a Comment!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *